Industria 4.0

Il termine Industry 4.0 è nato in Germania nel 2006 anche se i concetti sono in sintonia con le iniziative mondiali, tra cui le fabbriche intelligenti, l'Internet industriale delle cose (IIoT), la produzione intelligente e la produzione avanzata. Industry 4.0 è una visione dell'industria integrata implementata sfruttando tecnologie di calcolo, software e Internet.
Il 4.0 si riferisce all'idea di una quarta rivoluzione industriale.

La strategia incentiva la cooperazione tra industria e scienza, l'utilizzo delle tecnologie, delle comunicazioni e dei servizi web di Internet delle cose nel settore manifatturiero. Agevola la creazione di reti che incorporano l'intero processo produttivo e consente di trasformare le fabbriche in ambienti intelligenti.
I collegamenti includono macchine intelligenti, sistemi di magazzinaggio e impianti di produzione che caratterizzano l'integrazione end-to-end, tra cui logistica in entrata, produzione, marketing, logistica in uscita e servizio. L'industria 4.0 prevede di creare una stretta collaborazione tra partner commerciali (ad esempio fornitori e clienti) e tra i dipendenti.

La visione dell'industria 4.0 è un'alta produttività, efficienza e processi di produzione autogestiti, in cui le persone, le macchine, le attrezzature, i sistemi logistici e le componenti in lavorazione comunicano e cooperano direttamente tra di loro. I processi di produzione e logistica sono integrati intelligentemente, questo faciliterà catene intelligenti di creazione di valore che includono tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto dall'idea iniziale del prodotto, sviluppo, produzione, uso e manutenzione al riciclaggio. Smart Manufacturing.

Sintesi delle tecnologie abilitanti 4.0

Internet of things

Rete di oggetti fisici che hanno tecnologie per rilevare e trasmettere attraverso internet informazioni sul proprio stato o sull'ambiente esterno. L'ecosistema Iot comprende oggetti, apparati, sensori, applicazioni, sistemi per l'analisi dei dati. L'innovazione consiste nel portare nuove forme di interazione chiamate MMI (man-machine interaction), M2M (machine to machine). Mercato: ci sono 14 miliardi di oggetti connessi alla rete, le previsioni degli analisti al 2020 sono fra i 20 e i 100 miliardi di oggetti connessi.

Cloud e cloud computing

Infrastruttura definita "comune, flessibile, scalabile e open by design" per condividere dati e applicazioni attraverso la rete. Considerata fra le tecnologie abilitanti allo sviluppo di smart city. Driver principali: IoT, big data, social.

Additive manufactoring/3D printing

Produzione di oggetti fisici tridimensionali, potenzialmente di qualsiasi forma e senza sprechi, partendo da un oggetto digitale.

Cybersecurity

Tecnologie, prodotti, processi e standard per proteggere sicurezza e dati. Attacchi informatici hanno colpito oltre il 90% delle realtà italiane negli ultimi anni. Il mercato italiano vale 722 milioni secondo il Rapporto Assinform 2015, è previsto in crescita anche in considerazione della compliance normativa. 

Big data e Analytics

Enormi quantità di dati, prodotti dalle tecnologie, raccolti e analizzati con strumenti che li organizzano in informazioni rendendo i processi decisionali più veloci, flessibili, efficienti, anche attraverso innovazioni come i sistemi cognitivi.

Robotica avanzata

Evoluzione delle macchine verso una maggiore autonomia, flessibilità e collaborazione, sia fra loro sia fra gli esseri umani, dando vita a robot con aumentate capacità cognitive. La robotica italiana spicca per qualità e quantità della ricerca, sia in campo accademico sia in campo industriale. Nel 2014, produzione cresciuta a 4,695 miliardi, con un incremento del 4,6% sull'anno precedente.

Realtà aumentata

Arricchimento della percezione sensoriale umana mediante informazioni non percepibili con i cinque sensi. La tecnologia digitale aggiunge dati e informazioni alla visione della realtà agevolando ad esempio selezione prodotti e parti di ricambio, riparazioni. Gli analisti di Digital Capital prevedono un boom nei prossimi cinque anni, stimando un fatturato di 120 mld di dollari al 2020

Wearable technologies

Tecnologie indossabili, oggetti fisici o cose integrati con elettronica, software, sensori, connettività, per consentire agli oggetti lo scambio di dati con il produttore, o con un operatore, o con altri dispositivi collegati.

Sistemi cognitivi

Oltre alle possibilità applicative per analisi dei big data e controllo robotica avanzata, automatizzeranno attività d'ufficio ripetitive. Laddove il valore sarà la produttività del compito, entrerà l'intelligenza artificiale. Le persone continueranno a svolgere i lavori in cui il valore saranno creatività ed esecuzione di attività non di routine.  

Incentivi delle istituzioni

Fondi ed agevolazioni a sostegno dell'adozione di Industria 4.0

Enti coinvolti
  • L'Europa
  • L'Italia
  • Le Regioni
Super ammortamento: 140%
Iper ammortamento: 250%
Nuova Sabatini contributo in conto interessi
da 2,75%
a 3,75%
Fondi strutturali diretti
2014-2020: 71 md
  • Credito d'imposta R&S
  • Patent Box
  • Startup e Pmi innovative
  • Garanzia pubblica sul finanziamento

Aree di intervento di MastroIT

Agevolazioni fiscali

Collaboriamo con importanti realtà di finanza agevolata.

Automatizzare alla base il processo produttivo

Collegando in rete i dispositivi, macchine, sensori, attrezzature varie.
Collaboriamo con importanti imprese di elettronica industriale ed elettrofitting.

Scelta del Software

Dotarsi di un sistema informatico per interconnettere machine, persone, software aziendali, digitalizzare i processi interni ed esterni nell'intera catena del valore. Fulcro dell’attività di MastroIT, consulenti con esperienze decennali sapranno selezionare i migliori prodotti sul mercato adatti alla vostra realtà.

Coordinamento

MastroIT seguirà l’intero progetto Industria4.0.

Contattaci al nuovo canale dedicato:
industria4.0@mastroit.it